028 – Aa. Vv. – Le Improbabili

4,00

Categoria:

Descrizione

Entrate! Forza!

Entrate tra le pagine di questo libro, dove Salvatore Stefanelli raccoglie tutte le sue “interviste improbabili” ovvero un gioco a cui molti scrittori contemporanei hanno partecipato (sin dal 2018). Prendete il vostro scrittore preferito e mettetelo a confronto con uno dei suoi personaggi più iconici: Camilleri con Montalbano, Lord Byron con Manfred, Hemingway con Santiago, e tanti altri personaggi con i loro creAutori. Dove gli uni interrogano gli altri a cercare il perché del loro essere. Cosa ne è venuto fuori? Oltre 50 racconti surreali, chicche che mettono in risalto come l’estro della scrittura non possa fare a meno della lettura dei grandi scrittori contemporanei e non.

Fatevi affascinare dalle interviste che vi vengono raccontate.

Lasciatevi catapultare negli anni e nei luoghi in cui sono vissute e respirate l’aria intrisa di magia che li permeano.

Dopo… Dopo sarà più difficile rimettere piede nei territori e nel tempo che è la vostra vita. Vi resterà in bocca un senso di malinconica nostalgia, un barlume di un’esistenza prodigiosa che non vorrà lasciarvi andare.

Voi, fate finta di niente.

Chiudetelo questo libro, riponetelo sullo scaffale.

Tanto, lo sapete benissimo che ci ritornerete, per immergervi in una nuova storia e continuare a sognare con gli amici di sempre, quelli che non vi tradiscono mai.

Come un buon libro.

LUNGHEZZA PDF: 522 PAGINE

Salvatore Stefanelli nasce a Napoli a luglio del ’63. Partecipa al primo contest nel 2010, con il racconto horror La falce. Ha all’attivo oltre settanta pubblicazioni in antologie di editori diversi, con racconti e/o poesie. Vince il 30° Premio WMI (Delos Books, 2013), dopo essersi piazzato due volte secondo. Nel 2014 arriva primo al concorso di Poesia indetto da Stanza di Erato. Nero Press Editore nel 2015 ha pubblicato l’ebook L’origine della notte, un racconto gotico, e nel 2016 l’horror Apollinare Neiviller, note rosso sangue. Delos Digital ha pubblicato nel 2016 la silloge poetica DanzaTore, verso la luna.